Cos’è il Pranic Energy Healing
17 Luglio 2013

Cos’è il Pranic Energy Healing

Maha Atma Master Choa Kok Sui ci ha insegnato che il mondo nel quale viviamo è un Mondo di Energia che possiamo sentire con le nostre mani comprendendone le leggi e le finalità. Tutto è Energia e, a seconda della cultura, l’Energia è stata chiamata in diversi modi prana, mana, ruah, Chi, Qi, Ki, ecc. Questa informazione di base è condivisa a livello universale nelle diverse religioni e filosofie e Master Choa Kok Sui si è dedicato, tra le altre cose, per oltre vent’anni nell’esplorazione delle connessioni possibili tra i saperi orientali e occidentali. In molte pratiche spirituali viene insegnato come assorbire l’Energia Vitale per migliorare la qualità della propria vita, il Pranic Energy Healing è il sistema di insegnamento, facile e fruibile, in grado di permettere a chiunque di praticare insegnamenti antichi rimasti segreti per secoli.

Il Pranic Energy Healing si basa sugli insegnamenti del Maestro Maha Atma Master Choa Kok Sui e di altri maestri, di tutte le forme di trattamento con il prana derivate dalla letteratura Vedica Indiana, dalle Scuole di Yoga e dalle Scienze Esoteriche. In questo senso, il Pranic Energy Healing non intende sostituire la medicina tradizionale, ma esserne di complemento. Il Pranic Energy Healing si affianca a diverse discipline permettendo una maggiore integrazione e comprensione senza volerle sostituire. È un ponte tra diverse culture, discipline e saperi.

Vi sono diversi livelli di Pranic Energy Healing. Ogni livello approfondisce e mette in pratica alcuni aspetti del Mondo dell’Energia. Per chi lo ha sperimentato, è un viaggio conoscitivo, esplorativo e pratico nella storia dell’umanità.

 

Testo di Maha Atma Choa Kok Sui

Nell’antica scienza medica cinese, esistono cinque livelli di abilità nella guarigione. Il primo è Tuena. Il guaritore usa le proprie mani per massaggiare.  Ciò è detto acupressione. Questo è il livello più basso. Nel secondo livello, il guaritore fa uso di erbe, talvolta di prodotti animali e di minerali per curare il paziente. Nel terzo livello, il guaritore usa l’agopuntura e la moxibustione. Nel quarto livello, il guaritore pratica l’agopuntura abbinata alla proiezione di energia Chi dentro gli aghi, i meridiani e gli organi interni. Questo è un livello superiore di abilità nella guarigione che nell’antica Cina richiedeva ulteriori anni di addestramento e pratica. Il quinto livello richiede le capacità più elevate, e consiste nella proiezione di energia senza l’uso degli aghi o del contatto fisico.

L’energia Chi viene proiettata a corto raggio o a elevate distanze, come ad esempio tra due continenti. Nell’antica Cina ed in India, la tecnica di proiettare l’energia Chi a breve o grande distanza evitando di esaurirsi, è stata un segreto gelosamente custodito. La tecnica di proiezione di energia Chi senza contatto fisico è chiamata Chi Kung Medico, il quale è suddiviso in due scuole, la Scuola Interiore e la Scuola Esteriore. La Scuola Medica Chi Kung Interiore è la più popolare delle due.

Occorrono molti anni di pratica per sviluppare molta energia Chi. L’uso della propria energia Chi interiore per curare i pazienti è svuotante e stancante, e questo è il motivo per cui ai medici cinesi è permesso curare solo due o tre pazienti al giorno con questo metodo. La Scuola Medica Chi Kung Esteriore è la meno nota ed è quasi sconosciuta al pubblico. Questa scuola usa energia Chi presa dall’aria e dalla terra, e diretta verso il paziente per ottenere la guarigione. La Scuola Medica Chi Kung Esteriore è superiore alla Scuola Interiore, e non è né stancante né svuotante. Un buon Maestro di Chi Kung Medico Esteriore può guarire fino a 20-30 pazienti al giorno.

Secondo Master Choa Kok Sui, la Scuola Medica Chi Kung Interiore e la Scuola Medica Chi Kung Esteriore sono in effetti due facce della stessa medaglia. Per diventare un buon guaritore usando il Chi esterno, è necessario possedere una certa quantità di energia interna, che fortunatamente la maggior parte delle persone possiedono. Maggiore l’energia Chi interna, maggiore la capacità di assorbire e proiettare energia Chi al paziente.

L’energia Chi interna può essere sviluppata tramite la meditazione. L’attivazione del chakra della corona o Bai hui è molto importante. Pertanto, si raccomanda fortemente di praticare la Meditazione sui Cuori Gemelli, essendo questo uno dei metodi più rapidi per attivare il chakra della corona. Bai hui è il punto di ingresso del Tian chi o energia spirituale. Senza Tian chi o energia spirituale non è possibile sviluppare un forte Chi interno. Quindi, la pratica regolare della Meditazione sui Cuori Gemelli è fortemente raccomandata. La pratica di esercizi fisici e respirazione yoga è molto utile, data la loro capacità di aumentare il potere di guarigione. Per diventare ancora più potenti è consigliabile praticare l’Arhatic Yoga**,  o altri tipi di meditazione avanzata.

La Scuola Medica Chi Kung Esteriore, così come insegnata da Master Choa Kok Sui, è davvero rivoluzionaria. E’ facile da imparare e da praticare. Essa fa anche uso di punti dell’agopuntura, ma non di quelli ordinari; utilizza 11 punti maggiori di agopuntura chiamati Zhu xue lun. Utilizza anche punti di agopuntura minori chiamati Xiao xue lun. Poichè gli studenti di Chi Kung Medico Esteriore non devono imparare migliaia di punti di agopuntura ma, piuttosto, devono imparare solo alcuni punti maggiori e minori, l’apprendimento è più semplice e rapido. Nell’antichità ci sono stati grandi scambi scientifici e culturali tra Cina e India. In India il Chi Kung Medico Esteriore è oggi chiamato Pranic Healing / Pranic Energy Healing*. I punti maggiori di agopuntura sono chiamati chakra, e i punti minori sono chiamati chakra minori.

Master Choa Kok Sui ha insegnato la Scuola Medica Chi Kung Esteriore di guarigione all’occidente e ad altre parti del mondo, sotto il nome di Pranic Healing. Il Pranic Healing / Pranic Energy Healing* nella sua forma attuale è stato instancabilmente, sistematicamente e scientificamente sviluppato, rivelato e insegnato globalmente da Master Choa Kok Sui. Centinaia di migliaia di studenti hanno imparato a praticare il Pranic Healing / Pranic Energy Healing*, e milioni di pazienti sono stati guariti o aiutati.

Esiste un certo livello di controversia sul fatto che esistano sette o più chakra maggiori. Alcuni antichi libri indiani menzionavano sette chakra. Anche alcuni autori moderni hanno scritto di sette chakra. Chi ha ragione? In effetti, entrambi, poichè i testi antichi non hanno mai menzionato l’esistenza di soli sette chakra. La parola chiave è “soli”. Il problema è che gli studenti o i lettori assumono che esistano solo sette chakra. Si tratta di un’assunzione senza alcun fondamento. In effetti, in certa letteratura Indiana si è anche menzionato che ci sono almeno 44 chakra. In Indonesia una famiglia è in possesso di un antico testo Sanscrito scritto su foglie di palma che accenna all’esistenza di altri chakra oltre i sette menzionati.

Il sistema cabalistico ha 10 centri di energia più un centro nascosto: un totale di 11. Lo studente deve rendersi conto che la verità è dinamica, non statica. Questo è alla base del progresso. Si deve essere pronti a scartare verità inferiori per far posto a quelle più elevate.

Il Pranic Healing /Pranic Energy Healing* è suddiviso in diversi livelli. Nel primo livello viene insegnato allo studente come sensibilizzare le proprie mani e come percepire il corpo energetico del paziente. Agli studenti viene insegnato come pulire, energizzare, e stabilizzare l’energia Chi proiettata. Ad essi viene anche insegnato a rilasciare l’energia proiettata ed a tagliare il cordone energetico. Gli studenti imparano anche come rendere il paziente più ricettivo al fine di accelerare il processo di guarigione. Altre lezioni includono l’auto-guarigione, la guarigione divina, la guarigione a distanza, in particolar modo come proiettare energia pranica o energia Chi a grande distanza.

Nel secondo livello gli studenti imparano ad utilizzare i differenti prana colore ed energie Chi, per pulire ed energizzare il paziente. Questa tecnica è molto più potente. Nel terzo livello gli studenti imparano a usare prana colore o energie Chi per trattare disturbi psicologici. Trattare disturbi psicologici richiede più tempo ed impegno e maggiori capacità. Al quarto livello gli studenti imparano ad utilizzare i cristalli per focalizzare l’energia Chi o energia pranica sul paziente. I livelli quinto, sesto e settimo non sono ancora stati insegnati al pubblico, ma solo ai discepoli avanzati dell’Autore.

*testo modificato dall’originale per questioni di comprensione riguardo il Pranic Energy Healing. Il Nome Pranic Healing non si può registrare, nessuno ha i diritti su questo nome. Charlotte Anderson dopo il samadhi di suo marito e maestro, ha preferito chiamarlo Pranic Energy Healing.
** Charlotte Anderson ha chiamato Arhatic Yoga con il nome The Path To Arhatship. Il percorso dell’Arhat.

 

Tutti i diritti sono riservati ©2020
Back to top